3 Idee regalo per conquistare la donna dei tuoi sogni

L’idea di trovare il partner ideale è sempre presente tra gli obiettivi della maggior parte della popolazione del pianeta. Ci sono ovviamente molti altri desideri, ma trovare il vero amore è uno di quei desideri personali che diventa più rilevante nella vita. Sia in un modo o nell’altro, la verità è che la spesso ci si ritrova a cercare delle idee regalo per lei nell’intento di conquistarla, perchè si sà… le donne sono particolarmente sensibili ai regali.

Come conquistare una donna con 3 bellissimi regali

Le donne sono alla ricerca di uomini che si prendano cura di loro e le coccolino, uomini con regali e attenzione ai dettagli.

Vuoi sapere come affascinare una donna dando i suoi doni?

Ci sono molti uomini che hanno dubbi su come affascinare una donna con i regali, e non sanno cosa donare a quella donna speciale in modo  da sorprenderla piacevolmente. Anche se sembra troppo comune e tipico, i regali classici sono quelli maggiornemente apprezzati tra le donne.

E non è così difficile fare un regalo a una donna, perché le donne apprezzano il dettaglio e il tempo trascorso dall’uomo alla ricerca del dono più che il costo stesso.

Ovviamente, per saper conquistare una donna, la cosa ideale da fare è usare la fantasia e pensare ai suoi gusti e alla sua personalità per darle un regalo originale e diverso che si adatti perfettamente a lei, ma in quei casi in cui è impossibile sapere cosa donarle, ricordatevi di questi 3 doni classici, doni infallibili che non sbagliano mai:

Cioccolatini:

Senza dubbio è un regalo molto dolce e romantico, ideale se sai che gli piace il cioccolato. Un appuntamento o una cena romantica è il momento perfetto per sorprenderla con questo delizioso regalo. Ricordate di fare questo regalo in una bella ed elegante confezione accompagnata da un biglietto romantico.

Peluche:

Gli animali imbalsamati sono buoni amici o confidenti per le donne(così come bambole amorevoli con cui spesso parlano e dormono). È un regalo classico, ma è molto gradito. Cercate di scoprire qual è il suo animale preferito e ottenere un animale diacquistatele un  peluche.

Gioielli: classico dei classici, Orecchini, ciondoli, bracciali o anelli sono pezzi che le donne amano, quindi se si vuole colpirla non c’è scelta migliore. Non dimenticate che un gioiello è il miglior amico di una donna. È perfetto da regalare in qualsiasi occasione speciale.

Come catturare una donna con altri doni interessanti

Come è ovvio, la lista dei regali non finisce qui, ci sono molte altre alternative che meritano di essere prese in considerazione per saper conquistare una donna come per esempio:

  • Una cena romantica
  • Un weekend romantico
  • Una gustosa colazione a letto
  • Una rilassante sessione termale
  • Biglietti per il cinema, il teatro o l’opera
  • Datele dei fiori, soprattutto se rose rosse.
  • Il suo profumo preferito
  • Borse, libri, abbigliamento, accessori, ecc.

Le possibilità sono infinite quando si tratta di fare un regalo per conquistare la donna del cuore e sorprenderla inaspettatamente. C’è una grande varietà di possibilità a portata di mano e per tutti i budget.

 

 

 

Studio legale Torino: le tariffe Forensi

Dopo un sacco di inchiostro invertito che afferma che la fatturazione per ore è un modo regressivo di addebitare al cliente i costi e che non si riferisce necessariamente al valore conferito, il settore legale come si può verificare sul sito web https://www.legale-torino.it sta introducendo forme alternative di fatturazione.

I clienti spingono per abbassare i loro costi nella consulenza legale e aumentare la certezza dell’importo da investire, mentre gli studi legali stanno innovando creando diversi modi per mettere un prezzo sui servizi: la parola inglese per questo è AFA (“Accordi di commissioni alternative”).

Qualunque sia il sistema che usiamo, la tendenza è focalizzata su tre obiettivi:

  1. fornire costi prevedibili ai clienti,
  2. ridurre la complessità della fatturazione e
  3. allineare il prezzo al valore dei nostri servizi.

Come budget per poter lavorare con questo tipo di addebito Dobbiamo essere chiari sul lavoro da fare. Questo può sembrare ovvio, ma non lo è. Siamo stati sorpresi tutti una volta di sapere che la realtà del cliente era molto più complessa di quella presentata al momento del reclutamento. Ancora una volta, la comunicazione fluente, trasparente e onesta è vitale per far prosperare il rapporto avvocato-cliente.

Le strategie di prezzo sono molto importanti, così come perché influenzano la sostenibilità finanziaria dell’azienda, perché l’incertezza sul costo finale dei servizi di un avvocato è una delle cause principali dell’ansia e della rabbia dei clienti alla fine della relazione.

 AFAs-lawyer-price-Fees Il cambio di paradigma che implica Queste nuove strategie di pricing devono smettere di concentrarsi sui nostri costi per associare il prezzo direttamente alla generazione di valore per il cliente e alla sua produzione efficiente.

Alcune delle attuali modalità di definizione delle tasse sono il seguente:

1. Prezzo fisso

In un accordo a tasso fisso il cliente paga una somma concordata per un dato lavoro e l’impresa si assume il rischio di un superamento dei costi.

2. Phased Fee

In un sistema di tasse scaglionato, il prezzo è concordato per ciascuna delle fasi del progetto. Questo tipo di accordo funziona bene per le controversie e le transazioni transazionali con segmenti che possono essere definiti e il lavoro può essere pianificato correttamente.

3. Commissione valore / contributi

Una tariffa oraria bassa e un importo aggiuntivo che sarà ottenuto se vengono raggiunti i risultati previsti. L’importo aggiuntivo potrebbe essere fissato o una percentuale di ciò che è stato ottenuto. È un patto attraverso il quale l’impresa e il cliente condividono i benefici di un buon risultato. L’impresa non assume l’intero rischio, ma è alleata al successo.

4. Richieste basate sul fermo

Importo mensile fisso in cambio di un tipo di lavoro. Viene frequentemente utilizzato per consigli regolari, specialmente nelle aree del lavoro e fiscali. Qui li chiamiamo “uguali”.

5. Blended Rates

Viene stabilita una tariffa oraria piatta senza discriminare il grado di esperienza degli avvocati intervenienti. In parte attenua l’incertezza dei costi unitari, ma può essere un incentivo per l’impresa a destinare risorse meno formate alla questione.

6. Ora fatturabile

Questo approccio mantiene la tradizionale ora fatturabile come base, ma fornisce protezione per entrambe le parti qualora il carico di lavoro risultasse maggiore o minore del previsto.

7. Fatturazione del valore

Con questo tipo di accordo, l’avvocato addebita solo se il risultato viene raggiunto per il cliente, di solito una percentuale del recupero totale. Quando viene utilizzato questo metodo, l’impresa si assume il rischio di superamenti dei costi e un risultato negativo.

8. Sconto sul marketing a livello di impresa

Come strategia di cross o upselling di clienti esistenti, è possibile stabilire uno sconto sul fatturato totale annuo dell’azienda se si raggiunge una somma obiettiva. Questo rappresenta un incentivo per il cliente a concentrare la sua richiesta di consulenza in un singolo ufficio. È ancora in carica per ore a cui viene applicato uno sconto significativo (25% di solito) se viene raggiunto un importo prestabilito.

Qual è il migliore? Non ce n’è uno migliore, il suo utilizzo dipende del tipo di servizio che fornisci ( commodity routine, esperto o “scommetti l’azienda”), come puoi misurare il valore che porti, il mercato in cui ti trovi, i tuoi obiettivi di business e il ambito della questione, ma questa è già farina di un altro post.

 

Dove fare i Corsi Di Recupero Estivi

Le iniziative di recupero e la loro valutazione dovranno, comunque, concludersi entro la data di inizio delle lezioni. Negli interventi di sostegno e di recupero per il saldo dei debiti scolastici sono state evidenziate criticità da più parti. Tenuto conto che l’anno scolastico è ormai nella fase conclusiva e in considerazione altresì del lavoro compiuto dalle scuole nell’ambito della loro autonomia progettuale, risulta, allo stato attuale, impraticabile una modifica dell’impianto definito dalle disposizioni vigenti e, in particolare, dal D.M. n. 80/2007.

recupero scolastico

E’ evidente, tuttavia, che prima dell’inizio del nuovo anno scolastico si dovrà procedere ad un’ampia riflessione sulle criticità emerse nel corrente anno e rilevate anche dal monitoraggio in atto.L’analisi da promuovere dovrà, fra l’altro, riguardare la presenza delle condizioni per la piena realizzazione del principio secondo cui le attività di sostegno e di recupero costituiscono parte ordinaria e permanente del piano dell’offerta formativa.

Le eventuali ipotesi emendative saranno poi oggetto di confronto con le organizzazioni sindacali di categoria, le associazioni professionali, le associazioni dei genitori, le consulte e le associazioni degli studenti.

In considerazione della complessità degli interventi promossi o da promuovere e per venire incontro alle richieste delle scuole, l’Amministrazione ha destinato all’attuazione degli stessi risorse finanziarie per euro 57 milioni, aggiuntive rispetto a quelle già previste dalla disciplina contrattuale del comparto.

Complessivamente, pertanto, sono in corso di erogazione alle scuole le seguenti somme: – euro 197 milioni previsti dalla sequenza contrattuale, sottoscritta in data 8 aprile 2008 tra l’ARAN e le OO.SS, relativa al fondo di istituto; trattandosi di finanziamenti che confluiscono nel fondo unico dell’istituzione scolastica, va precisato che detta quota è finalizzata al recupero e al sostegno; – euro 57 milioni, sulla base dell’art. 1, comma 634, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007).

Ciò premesso, si ravvisa l’opportunità di sottolineare che il D.M. n. 80/2007 e, soprattutto, l’O.M. n. 92/2007, fissano criteri da assumersi “di norma”, lasciando in definitiva all’autonomia della scuola le scelte organizzative inerenti gli aspetti fondamentali, quali ad esempio: – consistenza oraria dei corsi; – modalità di utilizzo dei docenti, anche di classi diverse; – modelli di intervento (corsi di recupero, assistenza allo studio individuale, utilizzo della quota del 20% dell’orario curricolare, ecc.).

Un aspetto particolare riguarda i tempi di realizzazione degli interventi e delle conseguenti verifiche. Al riguardo, nel rispetto della programmazione già definita da parte delle singole istituzioni scolastiche, si precisa che entrambe le disposizioni richiamate prevedono che “di norma” i suddetti interventi e le conseguenti verifiche si concludano, salva ovviamente la possibilità da parte delle scuole di anticipare tale data, entro il 31 agosto. Eventuali proroghe, motivate da particolari esigenze organizzative, saranno adeguatamente valutate anche in relazione alle implicazioni correlate all’avvio del nuovo anno scolastico. Si richiamano, inoltre, le vigenti disposizioni sulla programmazione dell’attività didattica, espressione dell’autonomia delle scuole, che prevedono la possibilità di organizzare interventi di sostegno già nella fase iniziale dell’anno scolastico per rafforzare e consolidare il livello delle competenze funzionali ad un proficuo prosieguo del percorso.

Come passare dalla tristezza alla creatività

La tristezza è un’emozione che possiamo provare in qualsiasi momento. Si tratta di una sensazione intensa che può portare a travolgente e disagio. Tuttavia, possiamo anche usarlo come strumento per far emergere il meglio di noi.

Ci è stato insegnato che la felicità è uno stato permanente che possiamo raggiungere. Questo ci fa credere che sentirsi tristi è male, ma non è sempre male. Ci sono momenti per ogni emozione, quindi è importante lasciarsi sentire ed esprimere. In questo modo, la tristezza è un’emozione necessaria di cui anche noi possiamo beneficiare.

Perché questa emozione è anche parte della nostra vita, permettendo a noi stessi di essere tristi possiamo imparare molto. Tutto dipende dalla prospettiva che abbiamo e dall’atteggiamento che adottiamo. Ci sono diversi modi per sfruttare al massimo la tristezza, ma uno di essi è attraverso l’arte. Ecco perché in questo articolo ti insegniamo quattro chiavi per passare dalla tristezza alla creatività.
1. Collegati con te

Andate dentro di voi. Spesso è difficile per noi accettare la tristezza perché pensiamo di dover stare sempre bene. Crediamo che sentirlo sia un male, che può creare un senso di colpa. Tuttavia, se ci permettiamo di sentire questa emozione, siamo in grado di connetterci con la nostra essenza e creare cose uniche.

Donna con gli occhi chiuso pensando

Passare dalla tristezza alla creatività significa approfittare di quella sensazione di dolore per rimodellare il nostro mondo interiore creando. Attraverso l’arte possiamo trasformare questa emozione esprimendo ciò che ci travolge, esprimendo nel nostro lavoro ciò che sentiamo e pensiamo o guardando ciò che vogliamo riparare.
“L’arte più potente nella vita è quella di rendere il dolore un talismano guaritore. Una farfalla rinasce in fiore ad una festa di colori!”.
Frida Kahlo-
Condivisione

La creatività viene dal profondo del nostro essere. Pertanto, essendo in grado di connetterci con noi, saremo in grado di evocarlo più facilmente. Perché la tristezza è spesso un’emozione intensa che è legata ai nostri aspetti più intimi, potremmo prendere il nostro lato più creativo, se ci colleghiamo con il nostro io interiore. Si tratta di andare più in profondità e di esprimerla attraverso l’arte.

Una volta legati ai nostri sentimenti, se cerchiamo di esprimerli, la creatività verrà alla ribalta. Collegare con l’emozione e lasciarla fluire. In voi è il potere di creare, e di guarire quella ferita emotiva. Questo processo non deve essere necessariamente rapido, è possibile conoscersi passo dopo passo. In questo modo, sarà sempre più facile per il tuo lato creativo di emergere.
2. Scegliere un luogo dove ci si sente a proprio agio

E ‘più facile sentire l’ispirazione se siamo in un luogo dove ci sentiamo a nostro agio. Ogni persona ha il suo piccolo angolo per trovare la pace e l’armonia. Poiché siamo tutti diversi, la scelta dipenderà da ciascuno di noi. Non ce n’è nemmeno uno stabilito.

Pensate, di tutti i luoghi che conoscete, che è quello in cui sei più comodo. È anche possibile scegliere uno che non sei mai stato a, esplorarlo e decidere se è uno spazio piacevole per voi. L’importante è che sia uno spazio dove sentirsi a proprio agio e dove esprimere al meglio la propria creatività.

Scegliere il posto giusto è facile come pensare ad un luogo che è accogliente. Dove ti senti magico e puoi essere libero di esprimere tutto ciò che c’è dentro di te?

3. Seleziona il materiale che ti piace di più

Una volta trovato il posto, inizia a pensare a che tipo di arte sei più a tuo agio. Per esempio, teatro, danza, scrittura, pittura, musica, ecc. Ci sono molte opzioni: cosa ti piace di più? Con cosa ti senti a tuo agio?

Tenere presente che è possibile utilizzare tutto ciò che si desidera, ci sono infinite possibilità nella selezione del materiale. Una volta scelto che tipo di arte che si desidera esplorare, scegliere gli elementi di cui hai bisogno. Ecco alcune idee per aiutarti a superare la tristezza della creatività, ma ricorda: tu di tutte le persone saprai cosa vuoi fare di più!

Un materiale su cui si può dipingere. Accompagnato da matite colorate, colori, pennarelli, carbone di legna, acquerelli….
Vestiti comodi per ballare o recitare, in collegamento con la parte più profonda di voi, accompagnati dalla musica che ti piace di più. Anche per le arti che non richiedono tanto movimento, sentirsi a proprio agio è altrettanto importante.
Pagine vuote per comporre una canzone, una poesia, una storia o un racconto. Creare il testo migliore, è sufficiente matita e carta. È anche possibile utilizzare il computer, se si preferisce.
Utilizzare il proprio corpo per fare un gioco o una scena, cercare gli elementi che meglio si adattano a voi.
Uno strumento Comporre la propria canzone o riprodurne una creata da qualcun’altro. Se non riesci a suonare, cantare è sempre alla portata di tutti.
Crea arte sul tuo computer. L’editing di un video è un esempio divertente.
Cosa succede se si fa una scultura? Trova il materiale più adatto ai tuoi gusti e alle tue capacità e sceglierlo.

Donna che balla al tramonto

Le idee sono infinite, basta lasciare che la vostra immaginazione correre selvaggia e mettersi al lavoro. Ricorda che una volta scelto il tipo di arte che vuoi fare, devi cercare gli elementi necessari per realizzare il tuo lavoro, e poi iniziare a tradurre le tue idee in esso.
4. Inizia a catturare ciò che si sente e passare dalla tristezza alla creatività

Per trasformare la pittura in arte, lascia che tutto ciò che c’è dentro scorra e inizia a esplorare con i materiali del tuo lavoro. Potete provare la prima cosa che vi viene in mente, poiché una volta avviato il processo sarà più facile continuare. Si tratta di testare fino a quando la vostra creatività viene alla ribalta e si può esprimere tutto ciò che si desidera e di cui avete bisogno.

Permettetevi di pensare a ciò che ti tormenta, osare di essere se stessi, e comunicare tutto ciò che si sente. Rimodellare ciò che ti fa tanto danno è possibile. Uno dei modi migliori per farlo è pensare a ciò che ti travolge e dargli un nuovo significato per imparare da quell’esperienza o per lasciarti andare ciò che ti fa tanto male.

E se non ti senti sicuro di partire da solo, non preoccuparti: puoi passare dalla tristezza alla creatività attraverso l’arte terapia, una forma di aiuto psicologico che cerca il benessere personale attraverso l’arte. È un’avventura fantastica verso la conoscenza di sé attraverso la creazione. Consiste nel trovare la soluzione ai tuoi problemi attraverso la rappresentazione artistica.

Passare dalla tristezza alla creatività è un modo meraviglioso per far emergere il meglio di ciò che ci travolge. Ci permette anche di connetterci con noi stessi, esplorare la nostra creatività attraverso diversi materiali e tipi di arte, e catturare i nostri sentimenti più intimi.

Sentite la tristezza, lasciatevi trasportare dalla creatività, costruire, rimodellare, lasciare che il più profondo in voi fluire. Passare dalla tristezza alla creatività può essere facile come aprire la mente e accettare che il dolore è un’emozione da cui si può ottenere qualcosa di positivo.
“L’arte della vita è fare della vita un’opera d’arte”.

fonte: www.studiontc.it

Trattamenti di bellezza anti-invecchiamento

I laboratori non smettono di indagare sul modo migliore per rallentare l’invecchiamento della pelle. A partire dai 40 anni l’aspetto della pelle cambia marcatamente, per questo è necessario usare cosmetici rassodanti, antirughe, nutritivi, riempitivi, tendenti alla tensione; e aiuto con laser, elettrostimolazione, radiofrequenze … e nutricosmetici. Un intero universo alla nostra portata per raggiungere ciò che sembrava un’utopia: avere una pelle morbida e liscia in età matura.

L’invecchiamento è qualcosa che possiamo ritardare, poiché secondo KMS Estetica, specializzata in estetica e anti- invecchiamento “l’età biologica è condizionata solo dal 25% dalla genetica. Il restante 75% è dovuto alla qualità della vita. “

Per questo prenderemo le precauzioni necessarie (specialmente la protezione del sole e agenti esterni), ci prenderemo cura del nostro cibo (evitando tabacco e alcol e ingerendo la giusta percentuale di frutta e verdura), seguiremo uno stile di vita equilibrata (esercizio fisico moderato, abitudini salutari, ecc.) e ci aiuteremo con i progressi che i cosmetici e le attrezzature ci mettono a disposizione.

Questo è stato ottenuto da donne mature come Penelope Cruz (40 anni), Gwyneth Paltrow (42 anni), Cate Blanchett (45 anni), Julia Roberts (47 anni), Halle Berry (49 anni), Sandra Bullock (50 anni) o Kristin Scott Thomas (54 anni), tra molti altri. Ed è che essere grandiosi non è incompatibile con l’età!

Ci sono creme e sieri per tutti i gusti e per quasi tutti i bisogni che presentano la nostra pelle … anche se la tasca deve essere preparata per tale efficienza. Vediamo i cosmetici più adatti, secondo l’obiettivo cercato, per coloro che hanno superato la barriera del 40:

1. Hydrate: Fantastic Fluid Belle de Jour di Kenzoki (50 ml): 110 €

Un siero che viene applicato mattina e sera prima della solita crema. Ottieni un’idratazione extra che rivitalizza la pelle grazie al suo “effetto giovinezza”, che mantiene il “tempo”. Il rinnovamento della pelle rallenta nel tempo, causando l’invecchiamento. In Kenzo diciamo che questo fluido fa sì che la pelle continui a rinnovarsi al momento giusto, dando un aspetto radioso all’utente

2. Nourish: Le Soin Noir Cream di Givenchy (50 ml): € 371

Questo trattamento esotico si basa su Unique Algae Essence una fusione di due principi attivi di due alghe millenarie: la linfa nera e la linfa dorata (questi colori ti ricordano un vestito mitico?). La crema si basa su queste alghe sopravvissute alle variazioni di temperatura, pressione, salinità, aggressioni climatiche, radiazioni e freddo glaciale durante millenni. Il suo obiettivo è trasferire la sua straordinaria potenza di rigenerazione sulla nostra pelle.

3. Proteggi: Haute Exigue Jour Multi-intensivo SPF 20 Clarins (100 ml): 99,25 €

Una crema che ridensifica la pelle dall’età di cinquanta (che è quando diventa notevolmente più sottile e più fragile a causa della menopausa) e che lo protegge dal sole, uno dei peggiori nemici della pelle. Ciò si ottiene combattendo l’appiattimento di alcune cellule epidermiche (i fibroblasti) e riportandole alla loro forma originale e incorporando un’efficace protezione solare.

4. Smooth: Votre Visage L’Elixir des Glaciers de Valmont (50 ml): 450 €

Una crema effetto cremoso lifting visibile (si presume che si noti immediatamente al prezzo) . Questo esclusivo trattamento rinvigorisce il metabolismo cellulare, protegge la pelle rinforzandone le difese e la abbellisce eliminando le cellule morte superficiali . Con questo anti-invecchiamento globale – che contiene biancospino e rosa canina – la pelle è liscia, fine, soda e tonica.

5. Tensar: Renergie Yeux Multi-lift Lancôme (15 ml): 69 €

La ​​tecnologia di questa linea è stata testata in condizioni estreme, dal ricercatore Alain Colige, esperto in biologia spaziale . La doppia formula di questa crema per gli occhi è l’ideale per trattare questa zona delicata, dove il passare del tempo è più pronunciato. La sua azione consente di sgonfiare le borse, eliminare le occhiaie e stimolare la circolazione, riaffermando il contorno degli occhi.

6. Fill: Filler Plante System Wrinkle (15 ml): 29,10 €

Basato su silicone organico ed estratto di quercus suber questa crema è ideale per ridurre le rughe di espressione. Agenti soft focus aiutano a riflettere la luce in modo che le rughe e le imperfezioni della pelle si offuschino visivamente. Viene applicato direttamente su rughe o linee di espressione con piccoli tocchi. È usato sulla solita crema.

7. Prenditi cura dall’interno: Imedeen Time Perfection (60 compresse: € 59)

Nutricosmetics si è rivelato un ottimo alleato per contrattaccare, dall’interno, diversi problemi estetici. Nel caso dell’invecchiamento, la sua efficacia è stata dimostrata e diversi composti vitaminici possono essere trovati in farmacie, parafarmacie, profumerie, drogherie, ecc. Esistono formule anti-invecchiamento indicate per l’ingestione a partire dai 40 anni di età.

Cocktail vitaminico a base di proteine, vitamina C, zinco, ecc., Che riduce la comparsa di rughe, aiuta a migliorare la qualità della pelle, protegge le cellule dal danno ossidativo e contribuisce alla normale formazione del collagene. Il dosaggio è semplice: 2 compresse vengono assunte in un’unica dose giornaliera per almeno 12 settimane.

E NEL CENTRO DELLA BELLEZZA …

* Combatte la flaccidità

Presso l’Istituto KMS propongono un trattamento combinato più efficace per ottenere un volto ridefinito e visibilmente più levigato. Dopo aver diagnosticato le esatte esigenze della pelle, viene eseguita un’esfoliazione con dermoabrasione basata su microcristalli di alluminio che raggiungono una carnagione più uniforme e luminosa. Quindi, viene applicata una scansione laser che rivitalizza la pelle . Viene quindi applicato l’apparecchio Vitalift, che rimodella e tonifica i muscoli facciali, facilitando la penetrazione dei beni cosmetici. Il trattamento è completato con un massaggio al viso e un cosmetico altamente rassodante. La sessione dura 1 ora e costa € 120.

* Elimina le macchie

Anche se ci sono diversi modi per attenuare o eliminare imperfezioni e imperfezioni (uno dei sintomi più visibili dell’invecchiamento) pochi sono tanto veloci ed efficaci quanto una luce pulsata intensa (simile a un laser). Con questo metodo, secondo quanto ci viene detto nella Clinica francese Dr. Dray, “è possibile agire selettivamente sui punti, attenuandone l’aspetto fino a scomparire”. Con la luce pulsata anche i pori sono chiusi migliorando la struttura della pelle e dandogli luminosità. Ovviamente, anche se ogni sessione dura solo 30 minuti (100 euro circa), sono necessari 4 o 5 intervalli di 15 giorni. Può anche essere eseguita una singola sessione con un trattamento d’urto, sebbene sia più aggressiva.