Come passare dalla tristezza alla creatività

La tristezza è un’emozione che possiamo provare in qualsiasi momento. Si tratta di una sensazione intensa che può portare a travolgente e disagio. Tuttavia, possiamo anche usarlo come strumento per far emergere il meglio di noi.

Ci è stato insegnato che la felicità è uno stato permanente che possiamo raggiungere. Questo ci fa credere che sentirsi tristi è male, ma non è sempre male. Ci sono momenti per ogni emozione, quindi è importante lasciarsi sentire ed esprimere. In questo modo, la tristezza è un’emozione necessaria di cui anche noi possiamo beneficiare.

Perché questa emozione è anche parte della nostra vita, permettendo a noi stessi di essere tristi possiamo imparare molto. Tutto dipende dalla prospettiva che abbiamo e dall’atteggiamento che adottiamo. Ci sono diversi modi per sfruttare al massimo la tristezza, ma uno di essi è attraverso l’arte. Ecco perché in questo articolo ti insegniamo quattro chiavi per passare dalla tristezza alla creatività.
1. Collegati con te

Andate dentro di voi. Spesso è difficile per noi accettare la tristezza perché pensiamo di dover stare sempre bene. Crediamo che sentirlo sia un male, che può creare un senso di colpa. Tuttavia, se ci permettiamo di sentire questa emozione, siamo in grado di connetterci con la nostra essenza e creare cose uniche.

Donna con gli occhi chiuso pensando

Passare dalla tristezza alla creatività significa approfittare di quella sensazione di dolore per rimodellare il nostro mondo interiore creando. Attraverso l’arte possiamo trasformare questa emozione esprimendo ciò che ci travolge, esprimendo nel nostro lavoro ciò che sentiamo e pensiamo o guardando ciò che vogliamo riparare.
“L’arte più potente nella vita è quella di rendere il dolore un talismano guaritore. Una farfalla rinasce in fiore ad una festa di colori!”.
Frida Kahlo-
Condivisione

La creatività viene dal profondo del nostro essere. Pertanto, essendo in grado di connetterci con noi, saremo in grado di evocarlo più facilmente. Perché la tristezza è spesso un’emozione intensa che è legata ai nostri aspetti più intimi, potremmo prendere il nostro lato più creativo, se ci colleghiamo con il nostro io interiore. Si tratta di andare più in profondità e di esprimerla attraverso l’arte.

Una volta legati ai nostri sentimenti, se cerchiamo di esprimerli, la creatività verrà alla ribalta. Collegare con l’emozione e lasciarla fluire. In voi è il potere di creare, e di guarire quella ferita emotiva. Questo processo non deve essere necessariamente rapido, è possibile conoscersi passo dopo passo. In questo modo, sarà sempre più facile per il tuo lato creativo di emergere.
2. Scegliere un luogo dove ci si sente a proprio agio

E ‘più facile sentire l’ispirazione se siamo in un luogo dove ci sentiamo a nostro agio. Ogni persona ha il suo piccolo angolo per trovare la pace e l’armonia. Poiché siamo tutti diversi, la scelta dipenderà da ciascuno di noi. Non ce n’è nemmeno uno stabilito.

Pensate, di tutti i luoghi che conoscete, che è quello in cui sei più comodo. È anche possibile scegliere uno che non sei mai stato a, esplorarlo e decidere se è uno spazio piacevole per voi. L’importante è che sia uno spazio dove sentirsi a proprio agio e dove esprimere al meglio la propria creatività.

Scegliere il posto giusto è facile come pensare ad un luogo che è accogliente. Dove ti senti magico e puoi essere libero di esprimere tutto ciò che c’è dentro di te?

3. Seleziona il materiale che ti piace di più

Una volta trovato il posto, inizia a pensare a che tipo di arte sei più a tuo agio. Per esempio, teatro, danza, scrittura, pittura, musica, ecc. Ci sono molte opzioni: cosa ti piace di più? Con cosa ti senti a tuo agio?

Tenere presente che è possibile utilizzare tutto ciò che si desidera, ci sono infinite possibilità nella selezione del materiale. Una volta scelto che tipo di arte che si desidera esplorare, scegliere gli elementi di cui hai bisogno. Ecco alcune idee per aiutarti a superare la tristezza della creatività, ma ricorda: tu di tutte le persone saprai cosa vuoi fare di più!

Un materiale su cui si può dipingere. Accompagnato da matite colorate, colori, pennarelli, carbone di legna, acquerelli….
Vestiti comodi per ballare o recitare, in collegamento con la parte più profonda di voi, accompagnati dalla musica che ti piace di più. Anche per le arti che non richiedono tanto movimento, sentirsi a proprio agio è altrettanto importante.
Pagine vuote per comporre una canzone, una poesia, una storia o un racconto. Creare il testo migliore, è sufficiente matita e carta. È anche possibile utilizzare il computer, se si preferisce.
Utilizzare il proprio corpo per fare un gioco o una scena, cercare gli elementi che meglio si adattano a voi.
Uno strumento Comporre la propria canzone o riprodurne una creata da qualcun’altro. Se non riesci a suonare, cantare è sempre alla portata di tutti.
Crea arte sul tuo computer. L’editing di un video è un esempio divertente.
Cosa succede se si fa una scultura? Trova il materiale più adatto ai tuoi gusti e alle tue capacità e sceglierlo.

Donna che balla al tramonto

Le idee sono infinite, basta lasciare che la vostra immaginazione correre selvaggia e mettersi al lavoro. Ricorda che una volta scelto il tipo di arte che vuoi fare, devi cercare gli elementi necessari per realizzare il tuo lavoro, e poi iniziare a tradurre le tue idee in esso.
4. Inizia a catturare ciò che si sente e passare dalla tristezza alla creatività

Per trasformare la pittura in arte, lascia che tutto ciò che c’è dentro scorra e inizia a esplorare con i materiali del tuo lavoro. Potete provare la prima cosa che vi viene in mente, poiché una volta avviato il processo sarà più facile continuare. Si tratta di testare fino a quando la vostra creatività viene alla ribalta e si può esprimere tutto ciò che si desidera e di cui avete bisogno.

Permettetevi di pensare a ciò che ti tormenta, osare di essere se stessi, e comunicare tutto ciò che si sente. Rimodellare ciò che ti fa tanto danno è possibile. Uno dei modi migliori per farlo è pensare a ciò che ti travolge e dargli un nuovo significato per imparare da quell’esperienza o per lasciarti andare ciò che ti fa tanto male.

E se non ti senti sicuro di partire da solo, non preoccuparti: puoi passare dalla tristezza alla creatività attraverso l’arte terapia, una forma di aiuto psicologico che cerca il benessere personale attraverso l’arte. È un’avventura fantastica verso la conoscenza di sé attraverso la creazione. Consiste nel trovare la soluzione ai tuoi problemi attraverso la rappresentazione artistica.

Passare dalla tristezza alla creatività è un modo meraviglioso per far emergere il meglio di ciò che ci travolge. Ci permette anche di connetterci con noi stessi, esplorare la nostra creatività attraverso diversi materiali e tipi di arte, e catturare i nostri sentimenti più intimi.

Sentite la tristezza, lasciatevi trasportare dalla creatività, costruire, rimodellare, lasciare che il più profondo in voi fluire. Passare dalla tristezza alla creatività può essere facile come aprire la mente e accettare che il dolore è un’emozione da cui si può ottenere qualcosa di positivo.
“L’arte della vita è fare della vita un’opera d’arte”.

fonte: www.studiontc.it