Denti sensibili: come trattare la sensibilità dentale

 Come trattare la sensibilità dei denti

La sensibilità dentale è un dolore transitorio causato dall’esposizione della dentina agli stimoli esterni come i cambiamenti di temperatura o prodotti acidi. Se la sensibilità dentale non viene trattata, impedisce l’esecuzione di una corretta igiene orale e può portare ad altre patologie come carie e problemi gengivali. Sebbene molte persone soffrano di questo problema, poche sono quelle che vanno dal dentista in cerca di una soluzione, forse perché credono che il trattamento sia complicato o molto doloroso. Nulla è più lontano dalla realtà

Studio dentistico a torino

Il dentista o l’igienista su www.studiodentisticotorinodionigi.it ti aiuteranno a sviluppare buone tecniche di igiene orale e ti insegneranno a individuare le aree che richiedono particolare attenzione durante lo spazzolamento e il filo interdentale.

Il sorriso è una delle migliori lettere di presentazione che possiamo avere. Per questo motivo, ti consigliamo di sapere come fare la pulizia dei tuoi denti.

Cause della sensibilità dei denti

Il dolore o il disagio di solito appare a causa dell’usura dello smalto o di un problema di sfasciare la gomma . Problemi come il bruxismo possono anche aiutare a sviluppare la sensibilità dei denti, poiché quando si lavano i denti tra di loro lo smalto si consuma e lascia la dentina esposta. Contiene migliaia di tubuli microscopici che collegano l’esterno del dente con le terminazioni nervose. Quando i tubuli sono esposti, stimoli esterni come il caldo o il freddo raggiungono le terminazioni nervose causando un dolore acuto e fastidioso .

Anche lo sbiancamento dei denti o il dente rotto possono essere causa di sensibilità. Inoltre, i denti colpiti possono anche soffrire di fastidio, poiché il dente smette di essere forte. Inoltre, alcuni processi dentali come l’ortodonzia possono causare recessione gengivale e sensibilità dei denti.

Prevenzione della sensibilità dei denti

La sensibilità può essere prevenuta osservando le abitudini orali quotidiane, come lavarsi i denti con una spazzola a filamenti morbidi. con estremità arrotondate e una superficie liscia per non danneggiare lo smalto o le gengive; utilizzare un gel o una pasta non abrasiva, utilizzare un nastro di seta o dentale per gli spazi tra i denti più stretti, utilizzare un detergente per la lingua per una pulizia completa, cambiare la spazzola ogni tre mesi, evitare diete ricche di acidi, evitare anche bruschi cambiamenti temperatura durante il consumo di cibo e non immissione, soprattutto, di corpi estranei nella bocca che causano l’usura dei denti (matite, aghi, ecc.)

Trattamento per i denti sensibili

Per un corretto trattamento della sensibilità dentale è assolutamente necessario andare all’ufficio del dentista, perché a volte la sensibilità dentale è un sintomo di altre complicazioni orali come la carie. Se andiamo alla consultazione, queste complicazioni possono essere rilevate e risolte in tempo. Inoltre, il dentista valuterà il nostro grado di usura dei denti e raccomanderà il modo migliore per porre fine alla sensibilità.

Questi trattamenti possono essere tali da rimuovere le bevande acide dalla nostra dieta, raccomandare una spazzolatura meno abrasiva (evitare spazzole dure) , misurare la pressione del pennello sul dente, ecc.), raccomandazione di alcuni prodotti desensibilizzanti come, ad esempio, dentifrici e collutori; preparazione di ciotole personali che verranno utilizzate quotidianamente per posizionare il fluoruro o altre sostanze desensibilizzanti per alcuni minuti al giorno o per ricostruire i colli dei denti interessati. Se nessuna di queste tecniche funziona, il dentista ricorrerà al metodo più radicale, che è l’endodonzia : desensibilizza il dente permanentemente rimuovendo il nervo.