Consigli utili: L’utilizzo dei calendari tascabili nell’epoca del web

I calendari tascabili sono ottime soluzioni per unire la praticità alla necessità. Piccoli, veloci, comodi e immediati, permettono infatti di avere a portata di mano – ed eventualmente lasciare a clienti e conoscenti – sia i dati della propria azienda che un oggetto indubbiamente utile, utilizzabile nella vita quotidiana.

Sebbene infatti il web e le applicazioni su tablet, computer e smartphone siano i protagonisti sempre più indiscussi della nostra quotidianità, offrendo strumenti di organizzazione del tempo estremamente sofisticati ed accurati, è anche vero che in moltissimi casi l’oggetto concreto continua ad avere fascino e comodità rispetto alla sua controparte elettronica: questa ambivalenza è evidente ad esempio nel mondo dell’editoria, dove il mercato degli e-book continua a crescere senza tuttavia influenzare al ribasso il mercato invece del cartaceo, che continuano a mantenere una loro nicchia ben affollata tra coloro che preferiscono l’oggetto-libro al concetto-libro. Lo stesso vale anche nel mondo della stampa e della grafica generiche: se da un lato il mondo web è indubbiamente l’avanguardia in termini di comunicazione, tralasciare tutti gli aspetti per così dire concreti potrebbe essere un errore. Questo vale soprattutto per chi è agli inizi di un’attività, o ha necessità di trovare clienti e acquirenti per i propri servizi anche al di fuori del web. Si pensi ad esempio ad artigiani e professionisti che si occupano di lavori manuali e di professionalità pratiche: in questi casi, l’approccio classico e cartaceo, fatto di biglietti da visita o calendari tascabili personalizzati, è molto più efficace.

Quando creare un calendario tascabile personalizzato, dunque, e come usarlo?

Non necessariamente un calendario tascabile deve essere abbinato ad un logo o ad un biglietto da visita. Al contrario! Se si ama questo prodotto e si apprezza la comodità di poterlo tenere nel portafoglio per controllare la data in modo classico, si potrà pensare di farsene realizzare uno secondo i propri gusti e preferenze, magari utilizzando una foto a cui si è particolarmente affezionati, un disegno o una grafica che risponde alle proprie esigenze. Insomma, via libera alla fantasia.

Se personalizzato con il logo della propria attività o i propri contatti, oltre ad assolvere una funzione pratica il calendario tascabile può diventare un valido sostituto del tradizionale biglietto da visita. In questo caso, è buona norma calibrare la personalizzazione sulla base della personalità dell’azienda. Se siete illustratori, ad esempio, sarà inutile creare un calendario dalle linee essenziali e precise: sarà meglio optare per qualcosa di colorato e frizzante che faccia subito pensare al vostro stile. Se invece siete avvocati, un calendario sobrio e minimal potrebbe fare maggiormente al caso vostro, perché rimanderà un’immagine di voi seria e affidabile.

Un calendario tascabile può inoltre essere un oggetto carino da regalare, magari sotto le feste, a quei gruppi di persone che condividono progetti o percorsi importanti: che sia la propria famiglia, il gruppo di teatro o gli amici del trekking alla domenica, far realizzare un calendario tascabile personalizzato con una foto ad hoc è un pensiero originale, unico e interessante.

Sebbene molte tipografie offrano questa tipologia di servizio, rivolgersi all’e-commerce e alle realtà di stampa digitale attive sul web può essere la scelta vincente. Rapidità, facilità nella personalizzazione e recapito direttamente al domicilio rendono questo servizio molto comodo. L’importante è affidarsi a realtà solide, forti di un know how sia nella grafica che nella stampa e che siano in grado di rispondere alle esigenze dei clienti. Una di queste realtà è ad esempio Gekoprint, una delle aziende leader a livello nazionale per quanto riguarda i processi di stampa digitale.

L'articolo L’utilizzo dei calendari tascabili nell’epoca del web sembra essere il primo su OnlineUps.

Consigli utili: Scegliere un’arma corta

Dopo avere ottenuto il porto d’armi, vorrete sicuramente recarvi per la prima volta in un Poligono a Roma con la vostra arma per esercitarvi a sparare, però, scegliere quella giusta ed effettuarne l’acquisto non è così semplice come sembra, infatti, ci sono numerosi fattori da prendere in considerazione, quali ergonomia, affidabilità e precisone ed infine i materiali.

L’ergonomia e i materiali

Se vi trovate, quindi, nella situazione di dover acquistare un’arma e non avete obblighi per ragioni di servizio, può tranquillamente incentrare la ricerca dell’arma adatta in base alla propria conformazione fisica. Infatti, nel caso per esempio di una persona dal fisico minuto e con delle piccole mani, come potrebbe essere una donna, certamente un’arma grande con un caricatore di grandi dimensioni non sarà particolarmente maneggevole e si potrebbero avere difficoltà nel controllarne le prestazioni, quindi, è più opportuno optare per pistole realizzate con altre metodologie, per esempio i fusti in polimero, che non necessitano delle guancette hanno un’impugnatura più piccola. A questo proposito, sono sempre maggiormente usati i modelli che hanno il back strap di varie misure in modo da poter adattare l’impugnatura alla dimensione della propria mano e, quindi, sarà facile raggiungere tutti i comandi usando una sola mano.

Attenzione però, infatti la scelta di armi troppo piccole potrebbe essere penalizzante in un momento in cui è richiesta una rapida estrazione della pistola a causa della diminuzione del senso del tatto causata da alcuni ormoni rilasciati nel sangue quando siamo sotto stress.

Inoltre, un fattore importante è dato dalla necessità, o meno di occultare l’arma. Infatti, se dovrete portarla nella fondina esterna andrà benissimo una pistola full size, in caso contrario è meglio ripiegare su una compatta o sub-compatta da inserire anche in una fondina inside senza creare scomodità.

Infine, controllate sempre che la vostra arma non abbia degli spigoli, causati dall’istallazione di organi di mira da tiro, che potrebbero impigliarsi negli abiti durante l’estrazione.

Per quanto riguarda i materiali, oggi, oltre ai tradizionali acciai si possono trovare armi realizzate con fusti di polimeri rinforzati con fibra di vetro o ottenuti per microfusione; per alcuni modelli poi, vengono impiegati dei materiali alternativi come alluminio, titanio, scandio o polimeri. Questi materiali incidono particolarmente sul peso dell’arma nonché sul rinculo che si scarica sulla mano.

Affidabilità e precisione

La prima caratteristica che deve possedere una buona arma è l’affidabilità, infatti, è indispensabile che ogni qualvolta venga premuto il grilletto, parta il colpo.

A questo proposito è opportuno che l’arma prescelta sia oggetto di verifiche, test e messe a punto; anche munizioni e caricatori non devono avere difetti di alcun genere e si deve puntare all’acquisto di marche affidabili.

Per quanto riguarda la caratteristica della precisione, l’unica cosa che può aumentarla è l’allenamento, pertanto se non ci si addestra è inutile acquistare un’arma super accessoriata.

L'articolo Scegliere un’arma corta sembra essere il primo su OnlineUps.

Consigli utili: La Ferrari al gran premio di Abu Dhabi: obiettivo vincere!

Obiettivo vincere per lasciarsi alle spalle una stagione sfortunata. Dopo l’ultimo trionfo ottenuto ad Interlagos durante il gran premio del Brasile la Ferrari tenterà di chiudere in bellezza la stagione portando a casa un primo posto. Occhi puntati, dunque, sull’ultima tappa del mondiale di Formula 1 che si giocherà ad Abu Dhabi domenica 26 novembre e che sarà trasmessa in diretta tv su Rai 1 e Sky F1 alle ore 14:00 (ora italiana).

Una vittoria che qualora dovesse arrivare, sarebbe perfettamente inutile ai fini della classifica finale: con i suoi 345 punti Hamilton è il leader della classifica e vincitore del mondiale con un distacco con il rivale Sebastian Vettel pari a 43 punti (il tedesco è appaiato a 302 in seconda posizione). In sintesi, qualora arrivassero i 25 punti, le sorti di un mondiale decisamente sventurato per il cavallino rampante non cambierebbero di certo. Se da un lato, infatti, le due Ferrari sono state le uniche vere alternative allo strapotere della Mercedes, dall’altro la stagione non ha regalato ai due piloti nessun colpo di fortuna.

Tra problemi tecnici e qualche intoppo ha pesato senza dubbio l’uscita delle due rosse nel Gran Premio di Singapore che ha preso piede il 17 settembre 2017 e che ha visto trionfare proprio Lewis Hamilton. Da quel momento in poi il distacco è stato insanabile e la Ferrari non è riuscita più a reggere il passo dell’inglese e delle Mercedes. E ora che le pagine del mondiale sono state già tutte scritte, è tempo di riflessione e soprattutto è tempo di ripartire con il piglio giusto per cominciare al meglio la prossima stagione.

Una vittoria potrebbe essere un buon punto di partenza per essere ancora più competitivi nella prossima stagione e per portare a casa un trofeo che manca ormai da troppo tempo in casa Ferrari. Certo, i favori del pronostico non sono dalla parte del cavallino rampante, visto che la Ferrari non è ancora riuscita a portare a casa una vittoria ad Abu Dhabi in otto anni di gran premio. Tuttavia la struttura del tracciato fatta di grandi rettilinei alternati a strettissime curve, potrebbe essere favorevole a Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen.

Il gran premio degli Emirati è ancora tutto da decidere e il pilota tedesco ha certamente voglia di chiudere in bellezza il Mondiale di Formula 1.

L'articolo La Ferrari al gran premio di Abu Dhabi: obiettivo vincere! sembra essere il primo su OnlineUps.

Consigli utili: I finanziamenti per giovani che vogliono avviare un’attività

Fare attività da giovani? Si può ed esistono finanziamenti dedicati, a patto che si abbiano requisiti specifici.

I finanziamenti per i giovani imprenditori sono emanati anche da enti pubblici, soprattutto da parte della Regione di appartenenza, ma non solo. In questo caso è necessario individuare il bando pubblico migliore per il progetto che si ha. In questo caso è necessario verificare il possesso dei requisiti e partecipare rispettando le scadenze e le modalità per la presentazione delle domande. Sembrerà banale ma spesso si perde tempo proprio per la compilazione delle domande e poi non si rispettano le date di scadenza. Bisogna essere sempre vigili e capire quale ente, privato o pubblico, possa sostenere il progetto d’impresa.

Le start up: soluzione ideale per i giovani

Da qualche anno si parla di start up e di imprese innovative. Nello specifico si tratta di attività capaci di generare valore grazie all’innovazione tecnologica.

La formula start up permette di accedere anche a incubatori e acceleratori ossia luoghi dedicati in cui far nascere e sviluppare le proprie idee di impresa. All’interno di queste strutture si ha la possibilità di incontrare e coinvolgere nel progetto dei finanziatori, i cosiddetti Business Angel.

Questi non sono altro che persone o aziende con disponibilità economica, interessate all’idea di base, che sostengono economicamente i giovani per far sì che l’idea diventi azienda.

Molte imprese sono nate con una formula start up anche perchè si gode di un particolare regime fiscale che permette di alleggerire i costi di impresa e ammortizzare con meno fatica i costi iniziali.

Le start up innovative

Vengono definite start up innovative, quelle società di capitali come srl (o srl semplificata o a capitale ridotto), le spa, le sapa e le società cooperative che abbiano un capitale sociale costituito da persone fisiche e che mantengano questo assetto per almeno 24 mesi e che non superi una produzione annua di 5 milioni di euro. Una start up innovativa deve investire almeno il 20% del totale dei ricavi in ricerca e sviluppo. Anche per i lavoratori ci sono dei requisiti: almeno un terzo della forza lavoro deve essere altamente qualificato ed in possesso di laurea magistrale.

I requisiti più importanti per le start up innovative:

  • L’oggetto sociale deve essere lo sviluppo, la produzione o la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
  • gli utili non possono essere distribuiti;
  • la start up innovativa non può nascere per fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda.

Tra i finanziamenti per giovani che vogliono aprire una start up c’è la possibilità di reperire fondi anche su piattaforme di crowdfunding, ossia attraverso portali online. Le start up godono anche di agevolazioni fiscali ed una disciplina del lavoro tagliata su misura. Insomma fondare una start up potrebbe essere la soluzione migliore per chi vuole fare impresa ed è giovane.

Sempre per i giovani si può prendere la decisione di aprire una partita iva comunitaria che consente gli scambi di prodotti fra tutti i paesi dell’UE.

L'articolo I finanziamenti per giovani che vogliono avviare un’attività sembra essere il primo su OnlineUps.

Cibi per avere un bel viso

Gli alimenti con vitamina A

Tra i cibi per avere una carnagione perfetta, quelli che sono ricchi di vitamina A. Questo nutrimento influenza la formazione e la rigenerazione delle cellule e ripara le cellule cutanee danneggiato, che migliora notevolmente l’aspetto del derma. Permette di avere una maggiore elasticità, lisciazza e uniformità. Inoltre, stimola la produzione di collagene e elastina, che è essenziale per mantenere la pelle giovane e libera da rughe. Previene anche secchezza e disidratazione.

Alimenti con vitamina B3

In una dieta per avere una pelle radiante, non puoi perdere cibo con vitamina B3 o niacina. Aiuta l’ossigenazione cutanea ha proprietà antiinfiammatorie e lenisce sia la pelle irritata che la pelle secca. Inoltre, illumina la pelle e gli conferisce un aspetto più equilibrato e bello. Tra i cibi più ricchi di vitamina B3 sono:

  • Broccoli
  • Tonno
  • Pomodoro
  • Banana
  • Acciughe
  • Arachidi
  • Turchia
  • Salmone

Alimenti con vitamina C

Come alimenti per avere una buona faccia, anche quelli che contengono alte quantità di vitamina C, un nutriente essenziale per guardare la pelle giovane e idratata. Promuove la produzione di collagene impedisce le rughe, fornisce energia e vitalità ai tessuti ed è un grande antiossidante che rallenta l’invecchiamento. Gli alimenti con la maggior parte della vitamina C sono:

  • Arancione
  • Limone
  • Pompelmo
  • Mandarino
  • Kiwi
  • Papaya
  • Vitamine E
  • libera e previene danni da inquinanti e dal sole. Previene la formazione di rughe, è anti-acne e rigenerativa. Gli alimenti ricchi di vitamina E sono:
    • Ortaggi
    • Broccoli
    • Chard
    • Asparagi
    • Spinaci
    • Noci
    • Mandorle
    • Nocciole

In molte occasioni, il problema è che il volto non sembra buona apparenza dovuta ad un eccesso di tossine e impurità accumulate, quindi è anche conveniente sapere quali alimenti hanno le migliori proprietà di pulizia e disintossicazione per incorporarle nella dieta. Poi, scopriamo altri cibi migliori per avere una buona faccia che può essere consumata abitualmente: [mq] : ridurre i livelli di petrolio nella pelle, eliminare le impurità e l’accumulo di sebo. Inoltre, favoriscono la circolazione del sangue, che si riflette in una carnagione più luminosa, più giovane e più ferma.

  • Avocado: Questo frutto è eccellente per la pulizia della pelle grassa, poiché riduce le impurità, come macchie nere, brufoli, pori, ecc. E impedisce la formazione di gloss facciali. Inoltre, anche idrata la pelle e previene la secchezza. : è un perfetto detergente naturale per la pelle, oltre a eliminare le impurità, migliora il derma in caso di psoriasi, dermatiti, eczemi, ecc.
  • Apple: aiuta a eliminare le tossine accumulate e pulisce profondamente la pelle, oltre a combattere i batteri che possono ostruire i pori e causare impurità.
  • Tè verde: è un grande antiossidante che pulisce profondamente la pelle, ha proprietà antibatteriche ed elimina le tossine.

 

Vuoi eliminare le macchie sul viso con l’aiuto di trattamenti naturali? Quindi, prestare attenzione alla seguente lista di cibi anti-macchia che aiutano a alleggerire la pelle e per ridurre quelle macchie scure che possono apparire come risultato dell’invecchiamento o del sole. In questo caso, mostriamo gli alimenti che possono essere i protagonisti delle maschere o dei rimedi naturali da applicare sulla pelle del viso e conseguire così una pelle molto radiante, bilanciata e con un tono più uniforme.

Limone

  • Proprietà: ricco di vitamina C, che inibisce la produzione di melanina, consentendo un tono cutaneo più leggero.
  • Trattamento: mescolare il succo di 1 limone appena spremuto con 1/2 cucchiaio di bicarbonato di sodio e 2 cucchiai d’acqua minerale. Applicare la maschera ottenuta sul viso e lasciare agire per 20 minuti.

Yogurt naturale

  • Proprietà: alleggerisce la pelle grazie all’acido lattico che gli conferisce un effetto sbiancante naturale molto potente.
  • Trattamento: fa una maschera mescolando 5 cucchiai di yogurt semplice con 1 cucchiaio di avena e 3 cucchiai di miele. Applicare sul viso con un pennello e lasciarlo riposare per 30 minuti.

Acqua di riso

  • Proprietà: candeggi la pelle e riduce le macchie scure grazie al suo contenuto di niacina. Il risultato è una carnagione più chiara e impeccabile.
  • Trattamento: fare una miscela di 1 tazza di riso e 1 bicchiere d’acqua. Lasciate che il preparato riposi per una notte ben coperta. Il giorno dopo, tirarlo e applicare l’acqua di riso sul viso come se fosse un tonico facciale.

Oatmeal

  • Proprietà: è esfoliante e elimina le cellule morte accumulate, rendendo la pelle più brillante e più bella.
  • Trattamento: macinare 2 cucchiai di fiocchi di avena e mescolare con il succo di 1 limone. Utilizza la maschera sul viso con i punti e fai agire per 20 minuti